Coronavirus, il Forum Nazionale Servizio Civile chiede la proroga per il deposito progetti e programmi 2020

“Lo scorso 12 marzo, a due giorni dall’avviso con il quale il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha sospeso tutti i progetti in Italia consentendo ai giovani Operatori volontari di restare a casa, il Forum Nazionale Servizio Civile ha scritto al Ministro Vincenzo Spadafora e al Capo Dipartimento Flavio Siniscalchi, per chiedere una proroga dal 16 aprile al 31 maggio dei termini per il deposito dei programmi e dei progetti per il 2020. E’ trascorsa una settimana e attendiamo con urgenza un riscontro dal Ministro e dal Dipartimento.”

“La situazione è sotto gli occhi di tutti, l’Italia non è ferma ma è in quarantena. In queste condizioni è impossibile per noi enti proseguire il lavoro di concertazione necessario a individuare i bisogni, definire i programmi e scrivere i progetti per il prossimo anno. Quando contattiamo un Comune, una scuola, un ospedale o un’organizzazione di volontariato per chiedere i documenti necessari alla progettazione, ci sentiamo rispondere che siamo scollegati dalla realtà. A tutto ciò si aggiunge la frustrazione di sapere che nel frattempo gli altri Ministeri hanno già rinviato le loro scadenze e sospeso i bandi in corso. In questo modo il sistema si stressa”.

“Stiamo cercando di garantire la massima collaborazione al Dipartimento, mantenendo aperte le nostre sedi o facendo lavorare il personale da remoto, per garantire l’operatività di tutti i progetti che in questo momento possono essere utili alle persone e alle comunità. I giovani che attualmente sono in servizio in Italia superano di poco le 3.000 unità, circa l’8% del totale. Stiamo assicurando le attività di informazione ai cittadini, la consegna di medicinali e beni di prima necessità alle persone anziane, il supporto allo studio da remoto per i giovani con disabilità che necessitano di speciali supporti tecnologici. La priorità per il Servizio Civile in questo momento difficile per il nostro Paese deve essere quella di capire come rimettere in moto i 3.900 progetti e gli oltre 39.000 volontari sospesi dal 10 marzo”.

“Chiediamo al Ministro Spadafora di intervenire tempestivamente per prorogare la scadenza progettuale e, auspicando che venga quanto prima nominata la nuova Consulta Nazionale per il Servizio Civile, di attivare nelle more un tavolo di lavoro tra il Dipartimento e gli enti per consentire al servizio civile di essere utile in questa emergenza collettiva”.

Roma, 20 marzo 2020

Aderiscono al Forum Nazionale per il Servizio Civile
ADACS, ADOC, AGCI, AIESEC, AICS, AIG, AIMAC, AMESCI, ANIMALISTI ITALIANI, Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo, Associazione Obiettori Nonviolenti, ARTETECA, CAMPUS SALUTE Onlus, CNUPI, Centro Studi FUTURA, CODACONS, CONFEDERAZIONE DEGLI STUDENTI, CONSORZIO ITALIA, CUSI, EXPOITALY, FAVO, FEDERCONSUMATORI, FISH, GIOSEF, GIOVANI DEMOCRATICI, GIOVANE ITALIA, GUS ONLUS, MODAVI, ONMIC, OPES, UNEC – Unione Nazionale Enti Culturali, YAP ITALIA

Potrebbero interessarti anche...